19/07/2012 Un ambizioso progetto musicale

Ambizioso progetto  musicale

Dopo il sì definitivo al decreto legge sulla concorrenza e la competitività, approvato ieri in via definitiva alla Camera, il Nuovo IMAIE - l’Istituto che tutela i diritti degli Artisti Interpreti o Esecutori - ha avviato un progetto di collaborazione di cruciale importanza con le Associazioni di categoria dei Produttori.


Obiettivo di tale progetto è la realizzazione di una piattaforma comune per la rendicontazione e il dettaglio del repertorio discografico utilizzato in Italia. Gli utenti finali di questa piattaforma saranno gli utilizzatori (radio e tv), che ne potranno usufruire per selezionare e, nel contempo, segnalare in tempo reale i brani da loro utilizzati.


La banca dati della piattaforma è costituita dal repertorio in continuo aggiornamento dei vari partner, completo del riferimento agli artisti interpreti ed esecutori presenti nei vari brani.


Tale progetto segna un punto di svolta epocale nella gestione del diritto connesso nel settore musicale, impattando in maniera decisiva sulle tempistiche e sull’accuratezza della rendicontazione e quindi, di conseguenza, anche sul pagamento dei diritti.


“Il disegno di legge sulla liberalizzazione del diritto connesso - spiega Andrea Miccichè, Presidente del Nuovo IMAIE - non sposta di una virgola il nostro progetto. Ciò che stiamo organizzando è, infatti, la più seria e ambiziosa iniziativa mai realizzata a favore della categoria.
Ad aprile, cominceremo a ripartire i compensi dovuti agli artisti del settore musicale per il secondo semestre 2009, mentre a giugno metteremo in pagamento i compensi per gli artisti del settore audiovisivo 2010. Contiamo di giungere a regime entro l’anno”.